appello
Appello ai giornalisti sui falsi ciechi.
di Rosssy Koumanova
Fonte:

www.universalaccess.it/annunci/appello-ai-giornalisti

 22\04\2013

Normalmente il nostro blog, come sa chi ci segue, , rimane neutrale dinanzi alle lotte della 
categoria dei non vedenti e ipovedenti.

Sin dall段nizio abbiamo scelto di rimanere politicamente autonomi da qualsiasi associazione o 
unione, diffondendo solo quelle notizie tecniche utili all段ntegrazione con il mondo che ci 
circonda, in sintonia con quello che offre la tecnologia design for all introdotta da Steve Jobs ed 
Apple.

Ecco, oggi veniamo meno a questo proposito e ci uniamo alle file di tutti coloro che protestano 
contro l段nverosimile ma reale caccia alle streghe nei confronti di quelle persone ritenute falsi 
ciechi!

Forse questa nostra decisione matura anche per il fatto che spesso, troppo spesso, viene citato 
l置so dell段phone o dell段pad da parte di questi ipotetici falsi ciechi?

Forse continuare a leggere sui giornali quasi settimanalmente che chi usa il touch screen  un 
falso invalido che, oltre ad avere una normale vita sociale, online e nella vita reale, non fa 
altro che rubare i soldi allo stato, ci indigna e ci spinge ad uscire dal nostro silenzio per 
riflettere ad alta voce su alcuni stereotipi giornalistici?

Oppure anche noi vogliamo difendere e riconoscere l段mportanza dell段mpegno e la fatica di tanti 
amici e follower che quotidianamente dimostrano di aver la voglia e la forza di superare qualsiasi 
barriera , psicologica, tecnologica o politica per condividere le loro esperienze utili ai pi!

Comprendiamo che nominare i prodotti apple porta con s automaticamente un po di popolarit, ma 
approfondiamo e vediamo quanto  irresponsabile chiamare in causa una persona solo perch usa il 
touch screen o Facebook.

In primis, come testimonia quotidianamente il nostro piccolo sitarello, essere in grado di 
controllare l段phone o l段pad non  mai stato facile o naturale per una persona con problemi 
visivi. Ma, facilitato da una tecnologia unica al mondo, chiamata universal access , 
integratanativamente nei prodotti apple che permette alle persone con disabilit visiva di 
accendere una voce che legge lo schermo o una sorta di lente che ingrandisce le scritte, diventa 
tranquillamente fattibile accedere alle informazioni che non si possono raccogliere tramite l置so 
degli occhi con lo zoom e lo screen reader. .

Seconda cosa: scegliere un prodotto di questo genere non  una scelta dettata dalla moda o dalla 
tendenza, ma quasi un percorso obbligato fra quello che passa lo stato impegnando migliaia di euro 
a persona e quello che  disposto a spendere l段nvalido, sia in termini economici sia in termini di 
impegno personale , per raggiungere un accettabile grado di autonomia che gli permette di svolgere 
task quotidiani, non dico alla pari, ma in sintonia con il mondo in cui si trova a vivere, lavorare 
e respirare; in generale. Per esempio alcuni prodotti dedicati, pur essendo utili possono costare 
circa 1200 euro all A.S.L., e quindi alle nostre tasche di contribuenti , mentre se si utilizza 
l段phone , il cosiddetto prodotto mainstream, possiamo cavarcela con meno di 0,89 euro acquistando 
un app, che ci permette di gestire l弛rganizzazione dei viaggi , effettuare prenotazioni, gestire 
le proprie finanze, acquistare libri e, addirittura, consultare le nostre cartelle mediche!

Infine, siamo consapevoli che condannare chi truffa lo stato o il prossimo in generale  
un誕spirazione che guida l弛perato di molti e, , soprattutto, favorisce gli stessi ciechi autentici 
e i veri ipovedenti, ma crediamo fermamente che le truffe si contrastano con la seriet 
intellettuale e non con parole facili facili come Facebook , iphone o apple! Scrivere un articolo 
ridicolo su come un falso cieco usa alcune tecnologie , oltre a rinnegare le fatiche che i veri 
ciechi fanno in ogni minuto della loro giornata , confonde l弛pinione sociale, ingenera sospetti 
nella collettivit e rende ancora pi difficile e misterioso individuare e condannare le miserevoli 
azioni di coloro che effettivamente e tranquillamente rubano e ingannano il prossimo.

Ogni mestiere ha le proprie responsabilit e noi oggi ci appelliamo al senso di onest 
professionale e chiediamo che i giornalisti rispettino il proprio mestiere ! Le persone hanno il 
diritto di essere informate sui fatti accertati e non sulla base degli stereotipi \ pregiudizi 
sociali, i ciechi hanno diritto di essere come gli altri, anche a costo di usare il touch screen o 
Facebook !

E se tutto va nel verso giusto, allora anche i ciechi possono arrivare a far parte dello sforzo 
nazionale , lavorando , pagando le tasse e soprattutto facendo spendere meno in termini di aiuti 
assistenziali sotto forma di ausili dedicati o servizi di chi sa quale natura parlante magica o 
misteriosa.

Quindi alimentare il pregiudizio che il non vedente non pu adeguarsi al mondo che lo circonda 
diventa quasi un insulto alle capacit mentali di chi ha il certificato medico di cieco totale, ma 
non per questo deve rinunciare all置so delle proprie potenzialit personali, professionali e 
psicologiche.

Oggi come oggi molti di noi sono impegnati seriamente , durante il loro tempo libero per 
testimoniare buone prassi, trasmettere strategie e consigli su come affrontare le sfide che propone 
la vita quotidiana e sinceramente sentir dire che costoro sono falsi ciechi e parassiti sociali, 
solo perch cercano di non rimanere nel letto dalla mattina alla sera, diventa una barriera sociale 
veramente insuperabile.

I ciechi mancano s della vista, ma non per questo non possono vedere , capire e partecipare alla 
vita sociale; anzi spesso loro, dovendosi impegnare quasi il doppio per rimanere a galla, 
sviluppano capacit costruttive che possono fare da stimolo e perch no esempio a molti soggetti di 
oggi ben posizionati nelle varie gerarchie sociali e dirigenziali!

Ecco concludiamo, facendo un accorato appello al buon senso di chi ci conosce, ci affianca o ci 
soccorre giorno per giorno ! Aiutateci a dire no , a smascherare le bugie e a combattere le 
superficialit! Non vogliamo un aiuto finanziario , siamo riconoscenti di quello che abbiamo, ma 
vogliamo sfruttare al meglio le nostre possibilit e capacit personali, non essere di peso a 
questa societ che, lo sappiamo bene, fa fatica ad andare avanti e affronta una crisi economica non 
indifferente!

Non vogliamo che si fermino le investigazioni sui falsi ciechi, ma auspichiamo vivamente che i 
giornalisti prendano la sana abitudine di approfondire le questioni , per svolgere al meglio il 
loro compito di informare e far conoscere veramente le vere truffe a quelli che si fidano ancora di 
loro e continuano a leggere i giornali!

Cari giornalisti, fate pure il vostro mestiere e fatelo bene, ci guadagniamo tutti!!

cari amici non vedenti e ipovedenti , se volete dedicare un p di tempo per divulgare le vostre 
attivit fateci sapere , segnalando il vostro sito , profilo facebook , twitter o semplicemente 
raccontando le vostre piccole ma importanti vittorie! magari  arrivato il momento di metterci 
tutti insieme per organizzare una seria campagnia tramite tutti i canali , siti e vari strumenti 
che conosciamo e usiamo quotidianamente. inviateci una mail , specificando anche le vostre 
disponibilit al solito indirizzo : info@universalaccess.it

Torna all'indice